Carta dei Sapori di Scicli: Il km 0 barocco al Convento della Croce

Nella location del Complesso di Santa Maria della Croce, presso il punto ristoro e durante gli incontri dedicati organizzati da Slow Food, sarà possibile assaporare i prodotti e i piatti di quella che è la Carta dei Sapori di Scicli, l’iniziativa ha voluto in questo modo valorizzare l’ottima gastronomia sciclitana.

carta_dei_sapori_di_scicli
foto di Basile Pasticceria

Dal dolce al salato saranno presenti jadduzzi, cucciddati scaniati, scacce, capuliatu e tanti altri prodotti del territorio. Venerdì e domenica, invece, saranno due eventi speciali (con prenotazione obbligatoria) ad arricchire il ricco programma di Rubino con Slow Food che incontrerà, appunto, la Carta dei Sapori di Scicli.

Venerdì, alle ore 17.00, presso il Convento della Croce, ci sarà l’appuntamento con il dolce: la Pasticceria Basile preparerà ed offrirà le sue teste di turco, dolce fiore all’occhiello della pasticceria nostrana, mentre Franca Marino e Valentina Pensiero prepareranno i cuddureddi, dolce tipico del periodo delle vendemmia preparato con pasta fatta in casa amalgamata con mosto e mandorle. Domenica, invece, sempre alle 17.00, sarà la volta del salato con il caturro, piatto povero della tradizione contadina, e il fagiolo “cosaruciaru“, unico presidio Slow Food di Scicli, a diventare protagonisti.

Finito l’evento Rubino, consegneremo la Carta dei Sapori al Museo della Cucina Iblea nell’intento di proseguire nella conservazione e divulgazione dei nostri prodotti tipici.

La Carta dei Sapori vede il contributo di Hyblea Gourmet, Pandivino, Ape Nera, Macelleria Angolo degli Antichi Sapori, Masseria Sgarlata, Conad Donnalucata, Cutrera, Millenium, Dolceria Modicana, Elio, Giannone, Petrolo e Pisana.

© 2017 A MarketPress.com Theme