Il vino protagonista a “Rubino” tra degustazioni guidate, show cooking, performance artistiche.

cropped-rubino_copertinatw.jpgShow cooking, degustazioni guidate, lezioni con i sommelier, conferenze di approfondimento e performance artistiche. Sarà anche questo “Rubino”, l’evento dedicato al vino che torna per la sua terza edizione a Scicli nel week-end a cavallo tra ottobre e novembre.
Appuntamento per sabato 31 ottobre e domenica 1 novembre per conoscere, e soprattutto assaggiare, i vini del territorio siciliano, in mostra questa volta nel centro storico della città barocca patrimonio dell’Umanità, tra monumenti, chiese, musei e palazzi nobiliari, alcuni dei quali si trasformano in contenitori culturali che diventano, insieme, un unico polo fieristico. E’ il caso di palazzo Bonelli-Patanè, palazzo Favacchio, Site Mill, Antica Farmacia Cartia, Museo della Cucina Iblea.
La manifestazione è promossa da S.E.M. Spazi Espressivi Monumentali, un gruppo di giovani che punta sulla valorizzazione turistica e culturale della città. Circa un centinaio le etichette che saranno presentate a “Rubino”, frutto del lavoro intenso e pluriennale degli addetti e degli enologi delle più importanti cantine siciliane. La mostra-mercato dei vini, con ingresso libero, si aprirà dalle 11 alle 21 di entrambe le giornate della manifestazione. Nel cuore della città farà scoprire i vari spazi espositivi con un ticket unico che dà diritto a sei degustazioni. Numerosi gli eventi di punta di questa nuova edizione, a partire da “Emozioni del vino”, un vero e proprio viaggio di degustazioni di vini, tra suoni, immagini, arte, guidati da Camillo Privitera, presidente regionale dell’Associazione Italiana Sommelier. Sarà lui, sia sabato 31 ottobre che domenica 1 novembre, ad accompagnare per il terzo anno consecutivo, il numeroso pubblico a conoscere e riconoscere i sapori del “nettare degli dei”. Atteso l’evento in programma a mezzogiorno di domenica, il “Wine&Cooking Show”, durante il quale Camillo Privitera e lo chef Luca Giannone si esibiranno in uno spettacolo di sapori, con i migliori vini siciliani pronti ad accompagnare prelibati e fantasiosi finger (necessaria la prenotazione, posti limitati). Spazio alla gastronomia del territorio con “La carta dei sapori: il pomodoro” che prevede la degustazione guidata di uno dei prodotti più conosciuti del nostro territorio, in tutte le possibili declinazioni.
Tutte le sere, a partire dalle ore 21, ritorna “A tavola con il produttore”, cene speciali presso i ristoranti partner, dove i produttori dei vini presenteranno le proprie etichette in abbinamento ai menù concordati con gli chef, creando una continua interazione con il pubblico. In programma anche la presentazione del libro fotografico di Armando Rotoletti dedicato al vino e alla gente dell’Etna, ed un nuovo incontro curato da Tanit Scicli, denominato “Cibo e medicina”, incentrato sugli antichi rimedi e sulle ricette popolari riguardanti il vino, realizzato in collaborazione con il dott. Guglielmo Cartia. Per chi invece volesse avvicinarsi al vino e iniziare a conoscere le varie peculiarità e tipologie potrà partecipare, nei pomeriggi di sabato e domenica (incontri ogni ora a partire dalle 16 e fino alle 21) agli “Incontri DiVini” con i sommelier Ais.
«Attraverso “Rubino” – spiegano i componenti di S.E.M. – la città di Scicli si presenta ai visitatori in tutta la sua bellezza in un abbinamento straordinario tra vino, gusto, barocco e arte contemporanea, in quella commistione unica già riconosciuta ed apprezzata dai tanti che hanno preso parte alle passate edizioni ma, questa volta, creando un percorso nel centro storico, all’interno dei grandi palazzi nobiliari e dei maggiori siti di interesse culturale, spesso poco conosciuti».
E proprio per i turisti nasce il “Pass Rubino”, una tariffa speciale che parte da soli 97 euro a persona e che comprende un’esperienza di tre giorni e due pernottamenti, con colazione diffusa, accesso alle degustazione “Rubino”, passeggiata in notturna nella Scicli autentica e l’ingresso in tutti i siti culturali e i musei della città. Numerose le cantine la cui partecipazione all’evento è già confermata e tra queste ci sono Ferracane, Paternò, Vite nel Vino, Baglio del Cristo di Campobello, Barone di Montalto, Casarosso, Santa Tresa, Destro, Feudo Ramaddini, Tenute dei Paladini, Maltese, Primaterra e Armosa. Per maggiori informazioni www.semscicli.it e i principali social network.

© 2017 A MarketPress.com Theme